Maya



Maya:
“ Dalla notte dei tempi la dea fatale ha atteso questo istante. Ora
nessuno potrà impedirle di avventarsi contro il mondo e metter fine a
tutto … con la sua immensa forza distruttrice”

Donazione dell'opera "l'Infinito" al liceo classico ' F. Scaduto ' di Bagheria http://www.facebook.com/media/set/?set=a.3944637785030.2162353.1552582958&type=3

L'Infinito






 

La forza che sento sul braccio mi tira verso l’alto e mi spinge a guardare lassù.
Lassù nel cielo. Protendo il mio corpo, mi tendo ad arco, mi torco e ti raggiungo.
Chiunque tu sia ti avrò.



cm 50 x 25 x h 87

Sirena




Ti scivola l'acqua di dosso come vento che t'accarezza la pelle. Strizzi una ciocca in alto e ti mostri, creatura dei sogni.


Grandezza naturale

Il limite



Più in là, ancora più in là. A cercare di giungere al punto. Protenditi, allungati, stirati! Ancora un piccolo tratto... ma tendi al limite.


cm 68 x 13 x h 84

Sabrina


Grandezza naturale

Cerimonia di scopertura dell'opera "L'addio" nel centenario della nascita di mio padre sullo stipite della tomba al cimitero di Bagheria. Alla mia destra il sindaco Biagio Sciortino.
20 maggio 2009



http://picasaweb.google.it/filosofa51/COMMEMORAZIONECENTENARIOGIUSEPPEPELLITTERI20MAGGIO2009FotoAggiuntive?authkey=Gv1sRgCPqMsIze0Jit8gE#slideshow/5337982673960360642

L'addio









Te ne sei andato così, in silenzio. E nel silenzio di un pizzo di montagna ti seguiamo con gli occhi. Qui noi tutti non abbiamo più lacrime, papà.






20 x 24 x h 60
























L'opera rappresenta la mia prima vera scultura in quanto realizzata da un blocco di roccia. Tufo globigerinico portatomi da mio suocero di ritorno da una vacanza all'isola di Malta.

Il pozzo









Neanche tu sai come sia potuto accadere, eppure sei lì, fra quattro pareti strette, umide, alte e lisce che ti tolgono anche il respiro! Faticosamente cerchi una via d'uscita e l'unica via è lì in alto! Non hai altre speranze, spingiti, salta, vola ma esci da quel dannato pozzo!





































24 x 24 x h 90

Al sole


Ami bearti nello splendore della tua bellezza con i raggi del sole che ti investono, ti penetrano e ti glorificano, divina creatura.

30 x 3 x h 24

Millennio






Tutto sarà diverso! Non più guerre, non più fame, non più ingiustizie! Neanche immondizie.









18 x 5 x h 27

Volley




Giocosa e giuliva aspetta la palla che arriva per respingerla in alto, con un salto.











Grandezza naturale

Donna!





Mistero, bellezza, passione, ansia, emozione, scoperta, ammirazione, scossa, adorazione, donna!







- 22 x 20 x h 29 -

Nunzia



















Grandezza naturale

Gino Lo Cascio, mio suocero



Grandezza naturale

Roberta





L'opera è stata da me donata alla Scuola Secondaria di 1° grado "G.A. Borgese - XXVII Maggio" di Palermo dove ho prestato servizio come dirigente scolastico dal 1 settembre 2002 al 31 agosto 2008



Grandezza naturale

Estasi






Tu che esprimi il piacere immenso e ti abbandoni ad uno stato di infinita gioia! Tu che godi del tuo essere lì e da protagonista! E trascuri tutti e tutto il resto! Non sei per caso in preda a disperazione?





- 26 x 27 x h 43 -

Trinacria





E venne il tempo del riscatto! Via dalla proverbiale staticità! Via dai pregiudizi, dai luoghi comuni, dalla passività, dal clientelismo e dalla mafia! Corri Trinacria a piantare bandiera, corri a conquistare il tuo posto nella società civile senza timori di inferiorità!
- 21 x 2 x h 23 -

Alice





Alice guardò lo specchio, vi si protese e, con sua grande meraviglia, lo attraversò. Noi, dal di qua, l'abbiamo vista penetrare e scomparire. Poi è riapparsa trasfigurata e sconvolta. Chissà cosa ha trovato di là! Ma è sempre lei? O è una Creatura del "di là" che, attraversando lo specchio all'inverso, viene a scrutare con sua grande meraviglia il mondo "di qua"?


Grandezza naturale

Stupro





L'avevano trovata lì, tutta sola, svestita e infreddolita. Ma non per il freddo lei tremava e stava rannicchiata. L'angoscia della violenza subita, l'offesa alla sua persona, il sentirsi sporca e umiliata la immobilizzavano; il capo chino quasi a nascondersi a tutti, a sfuggire agli sguardi di tutti. Anche al suo.
- 18 x 25 x h 33 -